STUDIO,mostra che i farmaci inibitori dei recettori cannabinoidi tipo 1 riducono obesità.


L'antagonista del recettore dei cannabinoidi di tipo 1 inibisce la progressione della steatoepatite non alcolica associata all'obesità in un modello animale , rimodulando i disturbi del sistema immunitario.

sintesi dello studio

La steatoepatite, una condizione spesso associata al diabete di tipo 2 e all'obesità, è l'infiammazione e l'accumulo di grasso nel fegato. Recentemente, gli scienziati che studiano il fegato di topi obesi come modello per questa malattia umana hanno scoperto che questi tessuti epatici hanno mostrato un aumento dei livelli del recettore dei cannabinoidi di tipo 1 (CB1), dell'accumulo di goccioline di lipidi e delle risposte infiammatorie. Anche i livelli delle cellule immunitarie erano anormali, con alcuni tipi di cellule troppo alti mentre altri erano troppo bassi. Quando i topi hanno ricevuto un composto farmaceutico che blocca i recettori CB1, questi sintomi sono stati invertiti.

Uno dei tipi di cellule immunitarie con livelli elevati nel fegato dei topi obesi era il macrofago. Pertanto, sono stati condotti esperimenti di follow-up su cellule di questo tipo, che hanno dimostrato che gli acidi grassi concentrati e un attivatore selettivo del CB1 inducono la produzione di molecole pro-infiammatorie da parte dei macrofagi epatici. Quando le cellule sono state trattate con lo stesso composto farmaceutico che blocca i recettori CB1, tale produzione è stata nuovamente normalizzata.

I ricercatori hanno concluso che il blocco dei recettori CB1 - un membro del sistema di segnalazione endocannabinoide presente nei mammiferi - può correggere le disregolazioni del sistema immunitario e l'infiammazione anormale nelle cellule del fegato. Sebbene questi risultati provengano da topi e cellule su piastre di Petri, hanno grandi implicazioni sulla salute umana: i composti farmaceutici che inibiscono i recettori CB1 possono ridurre la steatoepatite associata all'obesità.

31 Ansichten

Aktuelle Beiträge

Alle ansehen